Molte delle unità includono recuperatori di calore rotativi, che costituiscono uno dei sistemi più efficienti per recuperare il calore esausto dall'ambiente in favore di un preriscaldo dell'aria esterna che, nei freddi inverni russi, può raggiungere anche i 30°C sotto zero, con lo scopo ultimo di ridurre la potenza delle batterie di riscaldamento, garantendo un ottimo risparmio energetico nei costi di gestione di tutto l'edificio.